Nato dall’amore per l’enogastronomia di Giulia Franchi e il marito Riccardo Sanchez, nel 2004 apre a Forte dei Marmi il format di Enoteca Giulia. Dapprima solo bottiglieria con taglieri di salumi e formaggi, oggi propone una cucina dove trionfa il gusto italo-iberico

Giulia si era già innamorata della Spagna (e non solo) nel lontano 1995, quando studiava lì per l’Erasmus, quell’esperienza che come racconta: «Mi ha cambiato la vita». Galeotto fu Valladolid dove conosce il suo futuro marito Riccardo Sanchez. Tornata in Italia per Laurearsi in Lingue e Letteratura Spagnola a Pisa, va poi a lavorare come insegnante a Barcellona. Qui ritrova il suo attuale partner e compagno di affari, per gli amici Puchi. La passione per il cibo e vino li unisce, portandoli a realizzare le loro ambizioni e ad aprire il loro locale a Forte dei Marmi, nel paese natio di Giulia.

Tra l’Italia e la Spagna

In un piccolo immobile di via Risorgimento 27 che prima ospitava una bottiglieria, Giulia e Riccardo decidono di aprire nel 2004 Enoteca Giulia, proponendo solo degustazioni con salumi e formaggi italo-iberici. Dopo un intervento di ristrutturazione a cura dell’architetto Michelangelo Chiti, nel 2008 viene aggiunta la cucina e la location viene impreziosita da una pavimentazione di Azulejos su un disegno di Gio Ponti, regalando un’atmosfera sempre a metà strada tra l’Italia e la Spagna. Ampie e luminose vetrate proiettano lo spazio interno verso l’esterno, allestito con tavolini rustici che ricordano cassette di vino.

Oltre alle tapas c’è di più

La vitalità e la dedizione con cui Giulia e il marito accolgono la clientela, si riflettono anche in tutto lo staff: alle redini della cucina c’è lo Chef Javier Arjona, mentre in sala Federica Manfrini, Stefano Grassi e Silvia Cicciotti. Oltre alle tapas, il menù (ordinabile anche con delivery e take-away) propone Prosciutto Pata Negra de Bellota tagliato al coltello, Peperoni del Piquillo, Patatas Bravas. Da prenotare un giorno prima c’è la Paella De Pescado a cui si aggiungono quella di verdure, la Mixta e di Bogovante-Astice. Per finire in dolcezza tra i dolci si segnalano Arroz con leche e cremoso al frutto della passione e Tarta de queso con crema di limoni bio.

Rispondi