FAC, il progetto pop-up di Simone Cipriani (Essenziale) che parla di tradizione e street food concluderà la collaborazione con Eataly Firenze a fine giugno

simone cipriani

La partnership fra Essenziale ed Eataly Firernze arriva al capolinea: nonostante fosse destinata a durare almeno un triennio, la liaison tra il colosso di Oscar Farinetti e lo chef fiorentino Simone Cipriani si avvia alla conclusione. “Durante quest’anno – racconta Simone – abbiamo costruito, standardizzato e portato avanti un format ristorativo del quale siamo pienamente convinti. In questo periodo sono state molte le sinergie sviluppate con altri ristoratori, con nonni, con produttori di vino e di birra”.

intervista

“Il bilancio – aggiunge il titolare di Essenziale è totalmente positivo e ci sentiamo pronti per valutare con il progetto Fast and Casual altri possibili scenari per il futuro, concentrandoci ora su Essenziale. Ringraziamo Eataly per averci dato l’opportunità di realizzare il nostro format nei loro spazi, contenti di aver avuto modo di conoscere meglio ed utilizzare i loro ottimi prodotti”.

simone cipriani

“Un ringraziamento speciale – continua Simone Cipriani – va a tutte le persone che sono state da noi nell’ultimo anno, che hanno capito e apprezzato il nostro lavoro dandoci stimoli e forza, al meraviglioso team di ragazzi che ha messo tutto se stesso per creare un ambiente speciale, ricco di anima e cose buone”. Per chi non avesse ancora avuto l’opportunità di conoscere FAC ha tempo fino al 30 giugno per andare a provare una cucina di cui abbiamo parlato qui.

Previous articleLa Florence Cocktail Week 2019 ha anche l’album delle figurine dei barman
Next articleDal ’46 a oggi, l’epopea della Baracchina a Castiglioncello tra jet-set e cucina di mare
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.