Nella prima assemblea digitale JRE Italia approvati tre nuovi ingressi: Luca Bazzano (Savona), Mariano Guardianelli (Rimini) e Federico Pettenuzzo (Vicenza). Al via il progetto “TavolaJRE” con degustazioni a 50 euro

Tre nuovi ingressi e una serie di progetti, da mandare avanti in un anno difficile, caratterizzato da incertezze, cambiamenti e ripartenze complesse quali conseguenza dell’emergenza sanitaria globale. Per la prima volta JRE Italia tiene la propria assemblea “virtuale”, in remoto, e l’occasione è buona per sancire i nuovi tre ingressi nell’associazione presieduta da Filippo Saporito. Si tratta di Luca Bazzano del Ristorante Quintilio di Altare (Savona), Mariano Guardianelli del Ristorante Abocar Due Cucine a Rimini, e di Federico Pettenuzzo del Ristorante La Favellina di Maio (Vicenza).

Inoltre, l’associazione ha lanciato il progetto “Tavola JRE”, una promozione volta a riaccogliere – a partire da luglio – i clienti offrendo loro una esperienza di degustazione completa con un costo fisso di 50 euro uguale fra tutti i ristoranti aderenti JRE Italia, per stimolarli a “godersi” un’esperienza speciale per superare la pandemia. Oppure il progetto digitale “Social Pairing”, insieme al partner Marchesi Antinori: pillole social di 11 chef JRE Italia, con la loro cucina, l’attenzione ai prodotti del territorio e l’arte del pairing. Una modalità fresca e immediata per fare cultura sull’importanza del giusto abbinamento cibo/vino, anche attraverso uno sguardo in più sulle tipicità territoriali.

Tra i progetti da mandare avanti nel 2020 c’è anche il ritorno dell’iniziativa benefica “INSIEME – JRE per San Patrignano”, che ha subito una brusca interruzione a causa dell’emergenza, ma ripartirà appena possibile da dove si è fermata. Ci sarà quindi un nuovo calendario di appuntamenti gourmet, durante i quali il piacere del cibo farà da completamento a una esperienza coinvolgente, a stretto contatto con le vite e le storie dei ragazzi della Comunità di San Patrignano. L’emergenza Covid ha anche fatto slittare l’uscita della Guida JRE Italia 2020/2021 edita da CondèNast, in edicola con Traveller di dicembre.

“Viviamo certamente un periodo che nessuno di noi si sarebbe mai immaginato di dover affrontare – spiega Filippo Saporito – ma dobbiamo superarlo insieme, in modo unito e coeso. Si deve sempre pensare che ci sia almeno un aspetto positivo in ogni situazione, in questo caso sono convinto sia proprio lo spirito di collaborazione che molte realtà nell’ambito della ristorazione, e non solo, hanno dimostrato”.

Articolo precedenteFirenze, il Four Seasons apre alle cene private nel giardino della Gherardesca
Articolo successivoIl rebus dell’estate fiorentina che verrà, tra veti incrociati e nuove aperture
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.