Cos’hanno in comune Andrea Bocelli, Sting, Bruno Vespa, Carole Bouquet, Francesco Moser, Giovanni Bulgari, Renzo Rosso, Renato Brunetta, Massimo D’Alema e Jarno Trulli? Sono i dieci VIWP (Very Important Wine People) protagonisti degli scatti del fotografo Sandro Michahelles

C’è un sottile filo rosso che lega il vino, i suoi produttori e le loro immagini. A dipanare la matassa che porta a scoprire il comune denominatore tra questi tre elementi è stata un’iniziativa interessante, che ci ha permesso di assaggiare i vini dei VIWP (Very Important Wine People) insieme al fotografo che li ha immortalati,Sandro Michahelles.

In mostra i VIWP (Very Important Wine People) negli scatti di Sandro Michahelles

Dal 1996 è nel mondo del vino come fotografo italiano di Wine Spectator, e le sue foto sono richieste dalle più importanti testate del settore sia italiane che straniere. Nel tempo il fotografo Sandro Michahelles ha immortalato anche i “volti noti” produttori di vino, e adesso – in concomitanza con Pitti Uomo, il salone fiorentino della moda maschile – li riunisce per una mostra fotografica con annessa degustazione.

In mostra i VIWP (Very Important Wine People) negli scatti di Sandro Michahelles

I nomi dei produttori VIWP (Very Important Wine People) non hanno bisogno di presentazione: il giornalista Bruno Vespa, l’attrice Carole Bouquet, il campione di ciclismo Francesco Moser, il cantante Andrea Bocelli, l’imprenditore Giovanni Bulgari, il cantante Sting e la moglie Trudie Styler, lo stilista Renzo Rosso, i politici Renato Brunetta e Massimo D’Alema e – last but not least – il pilota Jarno Trulli.

Personalmente, i vini più interessanti all’assaggio sono risultati quelli di Francesco Moser, Renato Brunetta, Bruno Vespa e Jarno Trulli. Non male anche quelli di Sting, mentre dall’azienda di Andrea Bocelli mi aspettavo forse qualcosa di più.

Ecco l’elenco delle aziende partecipanti con il nome del produttore/vip ed i vini che erano in degustazione :
Vespa Vignaioli per Passione – Bruno Vespa
Noitre spumante brut rosé
Il Rosso dei Vespa
Raccontami Primitivo DOC
Sangue d’Oro – Carole Bouquet
Passito di Pantelleria
Bocelli Family Wines – Andrea e Cinzia Bocelli
Alcide IGT Toscana
In Canto IGT Toscana
Poggioncino IGT Toscana
La Madeleine – Massimo D’Alema e Linda Giuva
Nerosé Spumante metodo classico
Sfide Umbria Rosso

Castorani – Jarno Trulli
Jarno Bianco Colline Pescaresi IGT
Jarno Rosso Colline Pescaresi IGT
Podere Castorani Riserva DOC
Podernuovo – Giovanni Bulgari
Therra IGP
Argirio IGP
Sotirio IGP
Moser Trento – Francesco Moser
Spumante Trento DOC
Moscato Giallo
  
Capizucchi – Renato Brunetta
Mater Divini Amoris rosso Roma DOC
Mater Divini Amoris bianco Malvasia IGT
Diesel Farm – Renzo Rosso
Rosso di Rosso Merlot Cabernet
Nero di Rosso Pinot Nero
Bianco di Rosso Chardonnay
Il Palagio – Sting e Trudie Styler
When we Dance Chianti DOCG
Sister Moon
Previous articleFood & anime: sapevate che i membri del Trio Drombo (Yattaman) gestivano un ristorante?
Next articleFinocchiona IGP in cucina, sette modi di prepararla fuori dagli schemi
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.