Dopo gli assaggi di PrimAnteprima 20201 abbiamo scelto i tre vini bianchi che più ci hanno colpito, tra i Doc Candia e Colli Apuani

Da qualche anno, PrimAnteprima è la manifestazione che apre la settimana in cui i Consorzi presentano le nuove annate dei vini di Toscana. Vi hanno preso parte 12 tra i terroir più promettenti della regione: tra le tante zoni vitivinicole presenti vogliamo raccontare alcuni vini bianchi di una piccola ma interessante Doc che merita di essere conosciuta. Quella di Candia e dei Colli Apuani, un’area geografica che si estende sulle colline situate ad ovest della Toscana, in provincia di Massa Carrara al confine tra Toscana e Liguria.

“Dopo più di un anno di promozione esclusivamente digitale con l’annullamento di fiere ed eventi e di grande fatica per tutto il settore con una riduzione dei fatturati senza precedenti – commenta il presidente Fabrizio Bondelli – siamo tornati a raccontarci in un contesto fortemente specializzato e riprendere le fila da dove le avevamo lasciate. La nostra realtà vitivinicola, nonostante una storia che arrivi da molto lontano, è considerata un’esperienza emergente nel panorama nazionale e molto interessante non solo da chi si intende di vino. A PrimAnteprima non abbiamo presentato solo le nostre etichette, ma il nostro territorio che è un elemento imprescindibile e identitario. Ci stiamo concentrando a raccontare la distintività delle nostre produzioni che non è solo viticoltura eroica. Curando le nostre colline proteggiamo la valle”.

Si narra che i vitigni giunsero in queste zone sulle barche dei coloni greci provenienti da Candia nell’isola di Creta. Qui si producono vini bianchi a base di Vermentino e rossi con Vermentino nero e Massaretta, un vitigno autoctono della zona. La maggior parte dei vigneti ha un’età di oltre 40 anni e la viticultura è eroica per mancanza di viabilità, costituita soprattutto da sentieri scalinati per il passaggio delle persone. Il terreno è terrazzato per cui è impossibile l’uso di mezzi meccanizzati, dato il poco spazio, ma è necessario l’uso di teleferiche fisse per il trasporto dell’uva ai punti di raccolta dove possono arrivare piccole macchine di trasporto.

Terrazzato Candia Doc 2020 – Az. Agric. Il Moretto

Il Moretto è un’azienda giovane a conduzione familiare situata vicino Massa. Il Terrazzato vien prodotto con 80% di Vermentino, 15%Albarola e 5% Malvasia e affina sei mesi in acciaio. Di colore giallo paglierino chiaro con riflessi leggermente verdognoli, al naso i profumi sono tenui ma eleganti: subito spiccano le note vegetali e poi quelle leggerissime di fiori bianchi, frutta matura con un tocco di agrumato, grande mineralità e sapidità. Al palato è avvolgente, corposo bilanciato da una bella freschezza e sapidità. Un vino abbastanza equilibrato, elegante, persistente e piacevole da bere sia come aperitivo che in abbinamento a pesce, carni bianche e formaggi abbastanza freschi.

Reale Candia Doc Vermentino 2020 – Tenuta Lodolina

Nel 2020 al “Mondial des Vins Extremes” in Val d’Aosta  Reale, annata 2017, ha vinto una medaglia d’oro ed è stato ritenuto tra i migliori Vermentini al mondo. Il concorso è dedicato ai vini prodotti da uve di vigneti che presentino almeno una difficoltà strutturale permanente tra altitudine, pendenze, sistemi viticoli su terrazze, come i vini del Candia dei Colli Apuani Doc o gradoni e viticolture delle piccole isole. A PrimaAnteprima era presente l’annata 2020, un vino completamente diverso dal precedente che abbiamo descritto che ricorda, per note olfattive e gustative, il Pigato e il Vermentino della costa ligure di Levante.

Reale, invece, ha molte caratteristiche simili al Vermentino della Maremma. Il colore è giallo paglierino con riflessi verdognoli. Al naso si viene subito pervasi da note floreali di fiori gialli e sentori leggeri di pesca e frutta esotica e agrumate. Seguono poi i sentori vegetali, con leggeri accenni di fieno, minerali e sapidi. In bocca è morbido, lievemente dolce, fresco, sapido e persistente. Da abbinare a piatti di pesce, carne bianca, vegetariani ma ottimo anche come aperitivo.

La’ Candia Doc Vermentino 2020 – Az. Agr. Le Canne

Anche questo vino rappresenta un’eccellenza di questa Doc. Nel 2019 infatti, La’ 2018 e La’ 2017 vinsero la medaglia d’oro al “Mondial des Vins Extremes”. Prodotto con Vermentino in purezza, dopo la pressatura soffice affina in acciaio e poi in bottiglia. Al naso mostra un certa eleganza nei profumi: note minerali, quasi sulfuree, e sapide a cui seguono i fiori d’acacia, la pesca e una leggera nota cictrica. Quindi, per finire, arrivano i sentori vegetali. Al gusto è caldo morbido e con un certo corpo, fresco vivo e sapido. Sul finale mostra una bella persistenza ed è leggermente amaricante evidenziando in retrolfattiva le note vegetali. Può essere abbinato ai crostacei, al pesce anche come primi piatti e alle carni bianche.

Rispondi