Firenze: Lorenzo Vulashi, il fornaio dal cuore d’oro, colpisce ancora

Qualche giorno fa le telecamere all’interno del suo negozio avevano sorpreso due ladri a rubare 650 euro di pensione a un’anziana. Il fornaio Lorenzo Vulashi ha lanciato una colletta tra i suoi clienti per raccogliere quella cifra e restituire la pensione alla vittima. Il quartiere si è mobilitato: per quota 650 euro ci sono voluti solo pochi giorni

Lorenzo Lul Vulashi fornaio - Il Forchettiere

Ormai in città si è costruito una fama di quelle dure a morire, ben più importante di ogni valutazione qualitativa su pane, pizza e altre materie prime. Lul “Lorenzo” Vulashi – albanese di nascita ma fiorentino d’adozione – è il fornaio dal cuore d’oro, e non perde occasione per dimostrarlo. Ne avevamo parlato in diverse occasioni (qui e qui), ma stavolta ha superato se stesso. L’ultimo episodio risale ai primi giorni di settembre, quando le telecamere di sicurezza del suo locale (“Pane, amore e fantasia” in via Ponte alle Mosse) hanno immortalato due ladri mentre scippavano 650 euro di pensione dalla sporta di un’anziana cliente: la donna aveva appena ritirato i soldi e si era fermata per comprare il pane prima di tornare a casa. I due l’avevano seguita, e hanno deciso di entrare in azione proprio all’interno del forno.

11951994_881701388572380_4909605014667192355_n

Il video è stato diffuso dallo stesso Lorenzo su Facebook (qui) con la speranza che qualcuno potesse riconoscere i ladri. Ma la cosa non è finita qui. Anche se ovviamente lui non aveva alcuna responsabilità per l’accaduto, ha deciso di lanciare una colletta per rimborsare – in parte, almeno – all’anziana i soldi della pensione. Ebbene, la sua generosità ha sposato quella del quartiere in cui Lorenzo lavora: dopo appena un paio d’ore, nell’urna allestita davanti al bancone c’erano già circa 200 euro, mentre dopo poco più di tre giorni la quota di 650 euro è stata raggiunta. Le sottoscrizioni sono arrivate dai clienti occasionali e dagli habitué del forno in via Ponte alle Mosse, e non sono mancati coloro che hanno chiesto via Facebook di contribuire alla raccolta.

11896075_878314155577770_8102026977370749881_n

Il valore del gesto di Lorenzo Vulashi ha superato abbondantemente i confini cittadini: della vicenda si sono occupati tutti i quotidiani locali, ma alla porta del forno “Pane, amore e fantasia” hanno bussato gli inviati di Rai1 e Canale5, mentre Lorenzo ha ricevuto telefonate da Barbara D’Urso e importanti giornalisti di caratura nazionale. Segno che far del bene, a volte, paga. Ben più di 650 euro.

Lorenzo Lul Vulashi fornaio - Il Forchettiere

“Oggi abbiamo consegnato la scatola alla signora – racconta Lorenzo – in un abbraccio ho sentito la felicità, nel suo sorriso c’era stampo l’amore E la fiducia nel prossimo ridato da tutti voi . In ogni nome portato sulla scatola c’era un pezzo di coraggio per farla sentire ancora più forte di prima. La signora presa dall’emozione non trova le parole per ringraziare il quartiere, Firenze, Italia ed è sicura che questo mondo è fatto di persone speciali!”

Marco Gemelli

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.ilforchettiere.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

2 Comments

Leave a Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.