Italia patria della… carne. Si intitola “Steak House e Macellerie d’Italia” la prima guida italiana dedicata alle più importanti realtà carnivore del nostro Paese 

Trecentocinquanta pagine utili a raccontare oltre 400 templi della carne sparsi lungo tutta la nostra penisola: la prima guida italiana in questo settore della gastronomia porta la firma di Michele Ruschioni, giornalista e youtuber romano che nel 2016 ha fondato il network editoriale Braciamiancora, spazio virtuale dedicato al mondo della carne che tra Facebook, Youtube, Instagram, TikTok e Telegram conta ben un milione di follower.

Fra certezze figlie della tradizione e novità già di tendenza, questo viaggio da Nord a Sud Italia (isole comprese) rappresenta una novità assoluta per il panorama editoriale italiano visto che nessuno, almeno finora, si era cimentato in un lavoro simile per mettere insieme i migliori indirizzi di carne dello stivale. Una sola presenza per Firenze, patria dell’omonima bistecca: si tratta della Trattoria dall’Oste, il ristorante che in Italia serve il maggior numero di bistecche l’anno, con oltre 100mila tra fiorentine e costate.

bistecca

“In Italia esistono guide gastronomiche di ogni genere, dal sushi alla pizza, passando per il pianeta gourmet, mancava un lavoro che si concentrasse sulle macellerie e le steakhouse. L’idea di pubblicare un lavoro del genere nasce dalle continue richieste dei nostri follower e da una carenza generale sull’argomento. Insomma, ci siamo trovati di fronte a un vuoto editoriale che abbiamo deciso di colmare”, racconta l’autore.

La guida è acquistabile per scelta editoriale solamente su Amazon (questo il link) ed è lo stesso Michele Ruschioni a spiegare il perché: “Oggi l’editoria vive una fase di transazione e cambiamento storico, nel nostro caso è stato automatico bypassare le case editrici classiche perché essendo nati sui social abbiamo un pubblico fidelizzato e fedele e tramite i nostri canali siamo in grado di comunicare loro l’avvenuta pubblicazione di questo lavoro non dovendo per forza arrivare in libreria”.

Rispondi