Toscanino Milano, l’ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

AM041655_HDR

Non è soltanto un tocco di Toscana nel cuore di Milano, ma una sorta di Eataly territoriale che somministra e vende le eccellenze di circa 150 aziende: è Toscanino Milano, primo step del progetto di promozione food & beverage di Simone Arnetoli e Laura Tosetti

Toscanino Milano, l'ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

Qualcuno lo potrebbe paragonare a una sorta di Eataly territoriale toscano, vista la presenza di 150 aziende made in Tuscany tra gli scaffali. Qualcun altro potrebbe azzardare un parallelo con una sorta di consolato o ambasciata del Granducato di Toscana in terra lombarda. Come al solito, la verità sta nel mezzo. E nel mezzo c’è Toscanino Milano, la boutique di prodotti toscani aperta a Milano. Ne avevamo parlato qui, raccontando il progetto, ma adesso – al termine di una lunga gestazione – finalmente Toscanino ha aperto i battenti. Non solo, inizia a raccogliere la curiosità e l’interesse di chef di prima fascia, da Gennaro Esposito in giù.

Toscanino Milano, l'ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

L’idea di Toscanino Milano è di Simone Arnetoli e Laura Tosetti: “Abbiamo voluto dar vita – spiegano – a una sorta di accogliente casa toscana, che coinvolgesse i cinque sensi. Qui tutto ciò che si vede, si tocca, si assapora, beve, annusa e ascolta è pensato e prodotto nella nostra regione”. Una eccezione, le eleganti posate d’ottone dorato. Ma l’eccezione, si sa, conferma la regola.

Toscanino Milano, l'ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

Il locale – all’angolo tra via Melzo e via Lambro – richiama l’atmosfera rustica, rurale e accogliente delle case toscane: le pareti al piano terra e al primo piano, dove trovano posto circa 70 coperti, sono tappezzate di bottiglie di vino e olio, di confezioni di pasta e conserve, coltelli di alta qualità, biscotti e così via. Tutti i brand rigorosamente made in Tuscany (dal Laudemio ai Mattei di Prato fino a Saladini).

Toscanino Milano, l'ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

A cavallo tra somministrazione e vendita, Toscanino Milano è strutturata a moduli: si parte con il corner della panificazione in cui spicca la “Sbirulina” (pasta di focaccia avvitata su se stessa), a seguire la vetrina con i piatti tipici toscani in esposizione – preparati secondo il manuale, esattamente come dice la tradizione – e le “fiorentine” griffate Falorni, infine il bancone dei cocktail, anch’essi ispirati al Granducato e ai suoi protagonisti (Tuscan spritz, Tiki Taka di Orbetello, Caterina de’ Medici, ecc…).

Toscanino Milano, l'ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

Veniamo al menù, che rispecchia la più pura ortodossia gastronomica toscana: sia le materie prime che le lavorazioni presenti a Toscanino Milano (frutto dell’esperienza di Arnetoli & Tosetti con Galateo) sono proprio quelle che pretendono i puristi. In altre parole, niente contaminazioni, rivisitazioni, interpretazioni e così via.

Toscanino Milano, l'ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

Ci sono i taglieri di formaggi e salumi, seguiti da evergreen come la pappa al pomodoro, la ribollita, la trippa, la bistecca alla fiorentina, le braciole rifatte, il baccalà alla livornese, i biscotti di Prato, il vinsanto, i brigidini di Lamporecchio e le cialde di Montecatini. Il tutto accompagnato dai vini con un ricarico minimo rispetto al prezzo di vendita interno.

IMG_0441

In quanto al banco bar, è affidato a Cocktail Mixology, un’azienda guidata da tre bartender (Stefano Mazzi, Adrian Everest e Danny Del Monaco, già Campione del mondo 2002 Bacardi Martini Gran Prix) che hanno creato una carta completa, incentrata sull’utilizzo di ingredienti come il vermouth pratese o il chinotto, come nel caso del “Toscanino”, il cocktail signature a base di pompelmo rosa, confettura d’albicocca, vino rosso, homemade ai fiori di sambuco, bitter al tabacco e chinotto. Viene servito con menta e rosmarino.

Toscanino Milano, l'ortodossia del gusto toscano nel cuore del capoluogo lombardo

Toscanino Milano
via Melzo, 20129 Milano
Telefono:02 7428 1354

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi