Toscana da bere, viaggio tra i cocktail bar della regione: Castello del Nero (Tavarnelle Val di Pesa)

Torna Toscana da bere, il viaggio tra i cocktail bar del Granducato: da un’idea di Federico Bellanca, ogni settimana passiamo in rassegna i luoghi del “bere bene” miscelato. Oggi andiamo a Tavarnelle Val di Pesa per scoprire Castello del Nero

castello del nero cocktail

Tante volte nei miei articoli mi sono trovato a lodare la capacità di Firenze di aver saputo aprire le porte dei cocktail bar degli hotel anche alla cittadinanza residente, e come nella miglior tradizione londinese, farli diventare destinazioni predilette per gli amanti del buon bere. Questa magnifica dinamica non è presente solo dentro le mura cittadine, ma anche negli splendidi resort presenti sulle colline del Chianti. Un esempio decisamente meritevole è il Castello del Nero, meta conosciuta ai buongustai di tutta la Toscana per il suo ristorante stellato Michelin “La Torre” guidato da Giovanni Luca di Pirro.

castello del nero cocktail

Ma chi prenota per la cena, dovrebbe prendere la buona abitudine di andare al ristorante con un po’ di anticipo per avere la possibilità di scoprire il bar dell’hotel, affidato alle giovani ma sapienti mani di Lorenzo Bellieri. Gustarsi davanti al camino un cocktail classico perfettamente eseguito, oppure osare con una delle rivisitazioni sul tema proposte in carta è un’esperienza unica e gradevole durante la stagione autunno-Inverno, così come nei mesi più caldi godersi il magnifico dehor.

castello del nero cocktail

Per gli appassionati del genere, da non perdersi la Negroni Collection, una piccola carta nella carta per sperimentare intorno al più toscano dei cocktail. Per quanto riguarda la cena, meriterebbe un’articolo a parte dedicato, ma possiamo assicurarvi che la stella è più che meritata, e ognuna delle due esperienze varrebbe da sola il viaggio. Perché non approfittarne dunque, e non concedersi una serata speciale all’insegna del piacere del palato in tutte le sue forme?

Toscana da bere, le puntate precedenti:

Federico Bellanca

Federico Bellanca

Federico Silvio Bellanca, nato l’ultima settimana del 1989 a Fiesole, reputa se stesso la risposta alla domanda di Raf “cosa resterà di questi anni 80”, e si crede simpatico ogni volta che fa questa battuta. Specialista in Marketing del settore Beverage, ha lavorato in quest'ambito per alcuni anni (soprattutto sul mercato francese), per poi passare a ruoli di responsabilità nelle vendite in diverse aziende spaziando dal vino alla birra fino ai prodotti food. Stregato dal fascino del giornalismo ha cominciato a scrivere per riviste tecniche nel 2015, prima su GDOnews e successivamente su Beverfood.com. A fine 2017 inizia a scrivere su il Forchettiere per raccontare la passione di tutti i protagonisti della ristorazione incontrati mentre cercava dati di mercato e trend di marketing. Ama i cocktail in cui gli ingredienti sono creati del bartender, i ristoranti che non fanno razzismo regionale nei vini e tutto quello che viene servito crudo o quasi. Odia i sorrisi forzati nelle foto , gli appassionati morbosi di un singolo prodotto e scrivere di se stesso in terza persona nelle biografie perché non riesce a farlo troppo seriamente…

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.