Cosa fare d’estate a Firenze: ecco la top 11 dei classici locali stagionali

Tante le novità, tra le proposte su cosa fare d’estate a Firenze: da Villa Vittoria al Fooo l’Orto (TSH) alla Montagnola, fino ai “classici” come l’Off Bar alla Fortezza o Light a Campo di Marte. Ecco la nostra top 11

Se il meteo permette, l’estate è alle porte. Lo si nota dagli alluci che iniziano a vedere la luce dai sandali, così come dal fiorire di bar e spazi all’aperto, sia nei giardini che – come avviene ormai da qualche anno – lungo le rive dell’Arno. Tante le novità, tra le proposte su cosa fare d’estate a Firenze: da Villa Vittoria al Fooo l’Orto (TSH) alla Montagnola, fino ai “classici” come la spiaggia di San Niccolò o . Ecco la nostra top 10.

1) Villa Vittoria, la giungla urbana al Palacongressi

Della “giungla urbana” (“Vivì” per gli amici) a due passi dalla Fortezza da Basso, nell’ex anfiteatro nei pressi del Palacongressi, avevamo parlato qui. La location si candida a essere il “colpo grosso” dell’estate fiorentina 2019, per più di un motivo: la centralità (ma non centro storico, che scatenerebbe le ire dei residenti), il parcheggio (convenzionato con quello sotterraneo della Fortezza, 4 euro forfettari), i servizi (la fermata del tram a pochi passi) e l’offerta sia sul fronte cucina che mixologica. Il primo impatto con Villa Vittoria è di trovarsi in una terrazza tra palme, piante esotiche, tendaggi in stile coloniale e lampadari in vimini, con al centro il grande cocktail bar e all’esterno le postazioni culinarie che ogni giorno di apertura – dal giovedì alla domenica (dalle 19 alle 3) – cambieranno menù. Ogni sera un tema, quindi, sia gastronomico che musicale. Insieme ai banchi di street food curati da Gesto (Fat’n Happy, Granma, Fancy e Raw, dai 2 ai 4 euro), per l’aperitivo sarà possibile cenare e ogni domenica ci sarà un piatto special e un buffet all you can eat.

2) Fooo L’Orto, l’oasi verde dello Student Hotel

Fino a settembre la piazza interna al complesso di The Student Hotel diventa una green court di 700 mq dove trovare centrifughe, cocktail e cibo di qualità, in un meltin’ pot del gusto: ogni sera musica, laboratori, incontri in collaborazione con le realtà del territorio (grazie a un allestimento sostenibile e plastic free): dalla toscanità di Deli Dispensa del Podere al fusion di Koto Ramen, qui in chiave Bun Bar, fino al “gelato contadino” di Sbrino. E ancora: Floret, kitchen bar nato all’interno di Luisa Via Roma, con le superfood bowls da riempire con frutta e verdura di stagione e le pancrep’ ripiene, dolci o salate. Oppure il Mezzo Marinaio con le ricette tradizionali italiane, dalla Sicilia alla Liguria, rivisitate per un pubblico internazionale: niente fritto ma piatti gourmet e crudi, con prodotti top come i gamberi di Mazara e gli scampi italiani. A curare la parte beverage sarà il team di Fooo, capitanato da Luca Manni.

3) La Montagnola, il giardino a Coverciano

Ha appena aperto lo spazio estivo dell’Estate Fiorentina all’interno del giardino compreso tra via Salvi Cristiani, via Gabriele D’Annunzio e via Novelli, a Coverciano. “La Montagnola” nasce con l’obiettivo di valorizzare il giardino e le sue strutture, attraverso l’organizzazione e la realizzazione di numerose attività, con una particolare attenzione ai bambini e alle famiglie prevedendo diverse iniziative sportive, artistiche e culturali. Lo spazio si compone di una parte dedicata al food, con una proposta che spazia dalla pizza ai fritti, una parte bar & drink, e un palco che ospiterà eventi culturali (laboratori tematici, attività ludico-sportive, workshop ed eventi artistici, attività di animazione, performance teatrali e cinema all’aperto). Le serate seguiranno un programma settimanale.

4) Light, la musica a Campo di Marte

Ai giardini di Campo di Marte (in viale Manfredo Fanti), Light è un luogo per  fare aperitivo, cenare con hamburger, piatti freddi o pizza, e trascorrere una serata godendosi concertidj set o spettacoli dal vivo ad ingresso gratuito. Tutti i mercoledì per “Light Jazz Garden” si alterneranno sul palco i migliori interpreti della scena jazz fiorentina, mentre il giovedì arriva “LP LongPlaying”, appuntamento con il mondo dei dischi in vinile. Il venerdì è dedicato alla musica live con “Light Live Music”, mentre Carioca Dj Set è la serata del sabato. Domenica l’appuntamento è con il cinema sotto le stelle.

5) Utopiko, a Firenze Sud in sintonia con l’ambiente

Ha preso il via anche la quinta stagione di Utopiko, bistrot mediterraneo e cocktail bar accanto al Tuscany Hall (ex Teatro Tenda, ex ObiHalli, ex SaschAll, ecc…) a Firenze Sud: fino all’11 settembre, in uno spazio a zero emissioni allestito con pannelli solari e materiali di recupero, si incontrano cultura, musica dal vivo e giochi. Si può cenare, concedersi un aperitivo, ascoltare concerti “in sintonia con l’ecosistema”.

foto di Veronica Brandi

6) Il Flower, al Piazzale Michelangelo

Flower al Piazzale, al piazzale Michelangelo, è la terrazza culturale con vista sulla città, che apre dal 18 maggio a ottobre. Fino ai primi di giugno il chiosco a impatto zero, con legno e materiale di recupero, ospiterà ogni sera intrattenimento musicale e ristorazione di qualità. Dopo una pausa (per concerti e i Fochi di San Govanni) le attività riprenderanno a luglio, con incontri, dibattiti, performance live, grandi ospiti e musica, ospiti di fama nazionale e giovani artisti emergenti.

Flower al Piazzale, guidato dall’associazione Art in Progress, offrirà per tutta la stagione un menu 100% toscano, crostoni, taglieri di salumi e formaggi, maxi insalate, centrifughe rinfrescanti e – per la prima volta – pizza, con impasto a lunga levitazione. Tutto rigorosamente e chilometro zero.

7) Le Pavoniere, la piscina alle Cascine

Come ogni anno la piscina Le Pavoniere – lo spazio nel cuore verde del Parco delle Cascine – offre una grande vasca pubblica circondata da alberi secolari, il ristorante “Magnificenza” (con pizzeria, bar e caffetteria), noleggio Roller&Bike, l’area per bambini e un cartellone di eventi e iniziative culturali. Nel programma della stagione estiva 2019 ci sono lezioni di acqua gym o yoga, dj-set, cinema sotto le stelle, le serate “I love plaid” (momenti al chiaro di luna da trascorrere con un buon drink, un plaid da condividere, una lanterna) e party a bordo vasca.

8) Serre Torrigiani in piazzetta

Attivo dal 2015, quindi non più una novità assoluta, ma è sempre l’angolo nascosto tra i palazzi del centro storico che si anima di persone, musica arte e idee. Nella piazzetta dei Tre Re, Serre Torrigiani in piazzetta lancia la stagione estiva e come tutti gli anni ospiterà un’opera d’arte, un’installazione dello scultore Matteo Baroni. Nella piazzetta campeggia una struttura sospesa che rappresenta la possibilità delle città di coniugarsi con il futuro grazie a progetti eco sostenibili: è “Flockers” un elaborato ottenuto grazie al riciclo e alla lavorazione di oggetti di ferro che avevano perso la loro funzione e che ora rinascono trasformandosi in arte sostenibile.

9) L’Anconella Garden, a Firenze Sud

Immerso nel parco di Firenze Sud, l’Anconella Garden vuol coinvolgere per tutta la stagione estiva gruppi e famiglie, dal pomeriggio alla sera con concerti, cinema, teatro, incontri e un punto ristoro. Tra gli appuntamenti già in programma una rassegna di musica jazz, un ciclo di film a tema sportivo con ospiti e relatori, monologhi, letture e performance teatrali, ma anche serate dedicate alla danza, dj set, stornelli fiorentini e momenti conviviali (tutti a ingresso libero). Ogni giorno, dalle 16 fino a tarda serata, sarà possibile fare una sosta per gustare merende, aperitivi, cene o un drink nel verde. In menù burger di manzo e tonno, alette di pollo, fritti di mare con verdure, pizze, calzoni, covaccini e alternative veg.

10) L’Off Bar al Lago dei Cigni

Decimo non a caso, visto che l’Off Bar – lo spazio estivo al Lago dei Cigni alla Fortezza Da Basso – festeggia quest’anno il decimo compleanno. In cartellone ci sono concerti live, dj set, cinema d’autore più il grande prato verde dove potersi rilassare o cenare. Nell’area food, per chi ama i sapori esotici  c’è la cucina thailandese di Icchethai per chi preferisce gusti più tradizionali  la pizza e le specialità napoletane di Malborghetto.

11) Il Molo in riva all’Arno

Il “vecchio” Molo 5 in riva all’Arno riapre ma cambia nome, sarà soltanto “Molo“. Come anticipa FirenzeToday, il cambio è dovuto all’aumento dei baracchini del cibo che non saranno più cinque ma sette: Ditta Eredi Nigro con il lampredotto, SimBIOsi con la pizza, Il Polpaio con il pesce, Koto Ramen con la cucina giapponese, più da quest’anno Italian Tapas con i sapori della cucina italiana da gustare in formato tapas e Vivaldi con il gelato. Rispetto alle scorse estati il Molo offrirà un’offerta culturale più ampia con concerti di musica jazz, dj set, laboratori e spettacoli per bambini, teatro e alcuni appuntamenti “eco” per pulire le rive dell’Arno. Sarà aperto dalla mattina fino a dopo cena. Gli eventi inizieranno alle 17.

Marco Gemelli

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.ilforchettiere.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.