Cosa fare nel weekend: Cookstock 2018 a Pontassieve e la “Pesca regina” a Londa

cookstock 2018

Doppio appuntamento gastronomico, per il fine settimana in provincia di Firenze: da venerdì a domenica a Pontassieve si tiene Cookstock 2018, mentre a Londa va in scena la festa della Pesca Regina

Per gli amanti della buona tavola e dei prodotti del territorio, questo weekend di fine estate riserva un duplice appuntamento gastronomico, in provincia di Firenze: da venerdì a domenica a Pontassieve si tiene infatti la quinta edizione della rassegna Cookstock, mentre a Londa va in scena la festa della Pesca Regina, frutto di cui abbiamo parlato qui e qui. Eccoli:

Cookstock 2018 a Pontassieve

cookstock 2018

Da venerdì 7 a domenica 9 settembre in scena Cookstock 2018, ove la Sieve con l’Arno si confondeil festival diretto da Leonardo Romanelli che unisce il gusto, il buon cibo, il buon vino e tante occasioni per apprezzare, scoprire e riscoprire le tradizioni enogastronomiche locali. Quest’anno insieme agli storici promotori – Comune di Pontassieve, Ruffino e associazione Cavolo a merenda – si sono aggiunti altri partner come aziende locali e associazioni. Un’edizione che cresce con nuovi eventi, 14 nuovi luoghi (in un percorso che dalle cantine Ruffino arriva in pizza Verdi a San Francesco), il ritorno di grandi chef e momenti legati alla cucina e al vino. I sapori familiari di una grande griglia in piazza Boetani restituiranno l’atmosfera familiare e festosa del cibo consumato insieme in spensieratezza. Gli stessi sapori della tradizione li ritroveremo in Piazza XIV Martiri con stand e laboratori di pasta fatta in casa, protagonista indiscusso il tortello di Colognole.  Nella stessa piazza spazio anche alla tradizione del Comune gemellato di Znojmo (Repubblica Ceca) che proporrà uno stand della loro Pivo, una delle più apprezzate birre artigianali della Repubblica Ceca.

cookstock 2018

“Cuore pulsante” di Cookstock 2018, sarà ancora una volta piazza Vittorio Emanuele II, che da sempre ospita gli artigiani del gusto con i colori e i sapori dei foodtruck. Tante le riconferme rispetto alle passate edizioni (La Toraia, Pescepane, Ape Scottadito, Nura, Fatti di fritto, Panino Tondo) e numerosi altri stand per soddisfare palati di ogni genere (Pizzeria Sandrino, Aperol Spritz, Gelateria Sottani, Tartufi del Mugello, Testaroli della Lunigiana ed Enoteca Ruffino). La piazza ospiterà anche un evento speciale con la finale del contest sull’insalata di riso (domenica 9 ore 17). Un’altra sfida, sarà il palio delle Massaie, una dimostrazione tra le mani sapienti di massaie che contenderanno ad uno chef professionista il “tortello” migliore. Oltre all’inaugurazione alle 18, il ponte Mediceo torna ad ospitare i cooking show condotti da Leonardo Romanelli e realizzati da importanti chef: lo stellato Peter Brunel, Andrea Mattei, Stefano Dai e Dario Cecchini. Altri cooking show sono, lungo le sponde del fiume Sieve, quelli tenuti da Edoardo Tilli e della food blogger Sandra Pilacchi.

cookstock-3

E ancora: piazza Verdi a San Francesco sarà dedicata allo sport con il torneo di Street Basket, più stand di aziende del territorio e tutte le sere musica live. Conferma anche per le visite alle Cantine Ruffino (il sabato e la domenica dalle 16 alle 22), la stessa azienda propone inoltre lungo via Tanzini Ruffino Cares, un progetto di sensibilizzazione al consumo responsabile di vino. Alla scoperta del vino sarà invece dedicata la Sala delle Colonne del Comune di Pontassieve, che si trasforma nei tre giorni di Cookstock 2018 nella sala degustazioni tra cui quella dedicata alle tre “B” (Barolo, Brunello, Bolgheri) e una “verticale” di vini Classici del nostro territorio (Ruffino Riserva Ducale Oro, Nipozzano Vecchie Viti, Il Lastricato Trebbio, Selvapiana Bucerchiale).

La Pesca Regina di Londa

Pesca-Regina-di-Londa

La pesca Regina di Londa torna a far parlare di se e della festa che Londa da decenni le dedica. Da venerdì 7 a domenica 9 settembre a Londa, il paese della montagna fiorentina porta del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, festeggerà questa pesca a maturazione tardiva dal sapore unico e inconfondibile: dopo un glorioso passato, lo spopolamento della montagna aveva portato all’abbandono di questa coltivazione. Grazie alla maggiore attenzione verso le produzioni a km zero e il recupero d’interesse delle eccellenze territoriali quale patrimonio culturale delle comunità, la Pesca Regina di Londa oggi registra segnali di ripresa con l’impianto di nuovi pescheti e giovani aziende che puntano alla trasformazione del prodotto, tanto che la varietà è iscritta nei repertori regionali della L.R. 64/2004 “Tutela e valorizzazione del patrimonio di razze e varietà locali di interesse agrario, zootecnico e forestale”. L’attuale produzione nel territorio di Londa e confinanti è variabile e si attesta tra le 20/30 tonnellate di cui l’80% di pesca Regina e il 20 di altre varietà a diverso periodo di maturazione.

pesca Regina di Londa

I tre giorni di festa si concluderanno domenica con la grande festa sul lago di Londa dove si svolgeranno le consuete gare e la finale del contest culinario dedicato ai blogger quest’anno intitolato “Alla ricerca del pomo perduto”. Il contest, diviso in due categorie food blogger e fotografi smart, avrà una giuria di qualità formata da giornalisti e fotografi.  “I 5 chef per una Regina” edizione 2018 sono lo stellato Marco Stabile (Ora d’Aria– Firenze), il ristoratore storico Settimio Sordi (Da Settimo– Firenze), il “local” Andrea Perini (Al 588 -Bagno a Ripoli – Fi), il peruviano Pablo Gucic Ferrer (El Inca -Firenze) e l’italo-cinese Stefano Dai (Fulin – Luxury Chinese Experience – Firenze) con il suo staff. Dal giorno 30 agosto fino a domenica 9 settembre sarà possibile richiedere nei cinque ristoranti i piatti speciali extra carta. Ecco i loro piatti:

Marco Stabile – Pesca Regina di Londa, brace rosmarino e sedano rapa
Settimio Sordi – gamberoni alla pesca Regina di Londa
Andrea Perini – Anche le regine hanno fegato
Pablo Gucic Ferrer – Una Regina in Perù
Stefano Dai – Petto d’anatra alla griglia con salsa di pesca pepe Sichuan e bacche di goji

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.