Chi ha spazi all’aperto e parte subito, chi ha bisogno di qualche giorno per attrezzarsi, chi invece aspetta tempi migliori: ecco la mappa della graduale riapertura dei ristoranti a Firenze

Inizia ufficialmente domani, lunedì 26 aprile, la fase di riapertura dei ristoranti a Firenze dovuta all’allentamento della morsa delle restrizioni. Eppure chef e titolari di locali del settore della ristorazione si muovono in ordine sparso, e – proprio perché si tratta di una categoria dalle caratteristiche piuttosto variegate – non ci sarà un’apertura in blocco. Tutt’altro: le riaperture avverranno gradualmente, in base a una serie di fattori. In primis la presenza di spazi all’aperto, imprescindibili nelle prime settimane, ma anche la capacità di rimettere in moto la “macchina” in tempi brevi.

Ecco dunque una prima mappa, in costante evoluzione, della riapertura dei ristoranti a Firenze e dintorni:

lunedì 26 aprile

  • Cucina conviviale (via del Cronaca), pranzo/cena, 45 posti
  • Beppa Fioraia (via dell’Erta Canina), pranzo/cena, 110 posti
  • Da Burde (via Pistoiese), pranzo, 20 posti
  • Dispensa Verace (via Forlanini), pranzo/cena
  • Vetreria (via del Proconsolo), pranzo/cena, 25 posti
  • Artusino (Cerbaia, Scandicci), pranzo/cena, 25 posti
  • Trattoria dall’Oste (via de’ Cerchi), pranzo/cena, 12 posti
  • Fermento 1889 (Borgo San Frediano), cena e pranzo nel weekend, 14 posti
  • Amblè (piazzatta dei Del Bene), pranzo/cena, 30 posti
  • Four Seasons Firenze (Borgo Pinti), solo menù Atrium Bar
  • Ba’ Ghetto (via Farini), pranzo/cena, 40 posti
  • Podere Belvedere (Pontassieve), pranzo/cena, 20 posti
  • Sgrano (via dei Neri 49r), pranzo/cena, 20 posti
  • Trattoria Sabatino (via Pisana), pranzo/cena, 50 posti

martedì 27 aprile

  • Giotto (via Veracini), cena, 18 posti
  • Don Fefè (Lungarno Colombo), pranzo/cena
  • Ghevido (Sesto Fiorentino), pranzo/cena
  • Le Tre Rane (Poggio Casciano, Bagno a Ripoli), pranzo/cena

mercoledì 28 aprile

  • Insolita Trattoria (Viale D’Annunzio), pranzo/cena, 28 posti
  • Element (via Pratese), pranzo/cena, 50 posti
  • Trattoria Armando (via Borgognissanti), pranzo/cena, 14 posti

giovedì 29 aprile

  • Largo9 (largo Annigoni), pranzo/cena, 70 posti

venerdì 30 aprile

sabato 1 maggio

  • Diadema Wine Bar (Relais Villa Olmo, Impruneta), pranzo/cena
  • Gunè (via San Frediano), pranzo + cena nei weekend, 30 posti
  • Agriturismo Montereggi (Caldine, Fiesole), pranzo nei weekend

sabato 14 maggio

  • Al 588 (Relais Borgo I Vicelli, Bagno a Ripoli), pranzo/cena, 40 posti

Il vostro ristorante non è in questa lista? Segnalatecelo su Facebook o su marco@ilforchettiere.it

Articolo precedenteIl delivery oltre la pandemia: l’iniziativa di Genuino.Zero e i ristoranti a km0
Articolo successivoRistoranti a Roma, il calendario delle riaperture en plein air (e non solo…)
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi